Loading

Il suo percorso artistico legato ai graffiti e successivamente alla street art, nasce nella seconda metà degli anni ’90. Dopo aver completato gli studi all’Accademia di Belle Arti Brera a Milano, si sposta a Budapest per valorizzare la sua arte.

I frequenti viaggi tra Italia ed Europa le permettono di partecipare a eventi, convention e mostre nazionali, come il PAC di Milano, e internazionali, come “La Tour Paris 13” di Parigi e “LA Gold Rush” di Los Angeles, e di lavorare per aziende quali Budweiser, Fiat, Raitunes, Amica Magazine, La Rinascente, Adidas. Nel 2011 apre il suo studio a Berlino, dove un paio di anni fa ha inaugurato “Apartament A”: uno spazio underground destinato ad ospitare attività culturali di ogni genere.

Social & Web

Campana Alchemica

Pulpa Festival Vol.2_2022

“Strutture incomplete di cemento si ergono e raccordano al muro originale di fondo. Volevo creare una frattura di tempo e spazio, il silenzio dopo un avvenimento apocalittico, la sospensione come cornice al murale. L’omino é una scultura di sale, conservato e disteso in una moderna struttura mai finita. Ho immaginato i rovi, le piante che lentamente avvolgono il tutto, la natura che si riprende gli spazi. Ho immaginato il peggio, ma ho anche immaginato il meglio: la testa dell’omino si apre naturalmente, sboccia; si distendono le foglie, come una lattuga.

Dal seme cresce un arbusto che avvolge il cemento, consapevolezza di un abbraccio sincero, o forse l’accettarsi nella ciclicità della vita come idea dell’eternità”.

Torna in alto