Loading

Mister Thoms ha iniziato a dipingere Graffiti nel 1996 ed è attualmente uno degli street artist italiani più conosciuti.
Il suo stesso nome evoca un suono onomatopeico che suggerisce l’elasticità della sua arte. Mr.Thoms, vero nome di Diego della Posta, è infatti un artista poliedrico che si esprime non solo attraverso la Street Art, ma anche attraverso la pittura, l’illustrazione e la grafica , in una costante ricerca di equilibrio tra il mood ironico e il concept espressivo.
La sua grande comprensione dell’architettura e del linguaggio del corpo gli permettono di catturare l’essenza dei suoi personaggi.

Social & Web

Mea pulpa

Pulpa Festival Vol.1_2021

Il concept di quest’opera nasce dal nome del Festival stesso, giocando con le parole della locuzione latina “mea culpa”. L’intento dell’artista è quello di mettere a nudo le responsabilità dell’uomo nei confronti dell’ambiente, del quale è solo un ospite.

Attraverso questo murale, con tagliente ironia, vengono denunciati l’inquinamento delle acque e il conseguente avvelenamento delle creature che le popolano. Mostrando come, troppo spesso, i rifiuti vengano dissennatamente abbandonati dall’essere umano, senza alcun rispetto per gli ecosistemi.

La natura, però, non resta a guardare. E si ribella, assumendo le sembianze di un arrembante polpo gigante, che emerge dagli abissi e sventola, attraverso i suoi tentacoli, pattume di ogni tipo. Oltre ad alluminio, plastica, vetro e metallo, lo vediamo brandire un’asta, con annesso rullo da pittura. Ben agganciata alle sue ventose, poi, scorgiamo addirittura una minacciosa bomboletta lanciafiamme. Chissà, magari il nostro polpo l’ha adoperata proprio per accendere quella sigaretta fumante!

Insomma, questa creatura è risalita dalle profondità oceaniche per esporre, alla luce del sole, l’incoscienza del genere umano in tutta la sua eloquenza.

Torna in alto